Acqua per la vita

Acqua per la Vita” si fonda sulla ricerca “Green Water and Como Textile”: il progetto si pone l’obiettivo di ridurre l’impatto ambientale nel ciclo di produzione delle attività che operano nel tessile e salvaguardare la risorsa Acqua. In collaborazione con il Politecnico di Milano, il Distretto tessile di Como, con la rete di imprese e con i consorzi di depurazione si valuta la tipologia, la quantità e la qualità delle sostanze anche micro inquinanti rilasciate nell’acqua in uscita dalle aziende e si studia un sistema di depurazione che consente di reimmettere nell’ambiente tutta l’acqua resa nuovamente naturale. Un progetto derivato recupera dall’acqua di purga la sericina dal ciclo di produzione della seta per prodotti di igiene e cura personale. Como è disponibile a condividere il progetto “Acqua per la Vita” con le altre città dell’UCC (SDG 3, 4, 10, 12).


Scuola e fabbrica artigiana della seta

Scuola e Fabbrica artigiana della Seta” intende assicurare un’istruzione equa, inclusiva e di qualità ai NEET, cioè giovani con meno di 29 anni non occupati e che non sono iscritti ad alcun percorso di studio o formazione, e a persone vulnerabili presenti nel nostro territorio. L’iniziativa si propone come una “fabbrica artigianale integrata” in grado di riprodurre integralmente il processo artigianale produttivo della filiera serica attraverso le diverse fasi dalla materia prima generata dal baco da seta e dalla gelsibachicoltura fino alla realizzazione e l’immissione sul mercato di prodotti finiti (cravatte, foulard, sciarpe, pochette). Il laboratorio artigianale si presenterà come “polo funzionale sostenibile” in sinergia operativa con le strutture didattiche (Isis Setificio, Ipsia Ripamonti, Cometa, Museo della Seta, Fondazione Ratti, Fondazione Setificio) ed i laboratori produttivi artigianali già presenti ed operanti sul territorio. (SDG 4, 5, 9, 12).


Itinerari e passeggiate: le vie della seta

L’iniziativa “Itinerari e passeggiate Le Vie della Seta” è proposta in collaborazione con l’associazione “Sentiero dei Sogni” e con l’Ordine degli Architetti della provincia di Como. L’obiettivo è rendere visibile e accessibile a tutti l’intreccio tra la natura, il paesaggio e le più belle testimonianze della Seta e del Tessile nel territorio di Como e del suo lago.  Particolare attenzione è riservata al recupero nel segno della sostenibilità ambientale dei torrenti che hanno alimentato l’attività tessile comasca e che oggi vanno riscoperti come “vie blu” capaci di connettere natura e archeologia industriale, nonché alle tratte ferroviarie nate per rispondere alle esigenze del distretto tessile di un secolo fa e che ora sono il mezzo ideale per realizzare percorsi turistici green alla scoperta della storia della Seta e di chi l’ha lavorata. L’obiettivo degli itinerari è di presentare la produzione della seta come eredità e conoscenza condivisa da comunità e popoli.